Post Format

VIABILITA’ PEDONALE A COLLEFERRO: UN PERCORSO AD OSTACOLI !

.

Circolare con un passeggino, una carrozzina o anche semplicemente a piedi, non è la cosa più agevole e sicura da fare in una città che appare disattenta all’abbattimento delle barriere architettoniche così come in generale a promuovere ed agevolare gli spostamenti a piedi o in bicicletta, che contribuirebbero non poco ad alleviare i già pesanti problemi di inquinamento atmosferico.

La mamma con il passeggino che già aveva denunciato l’assenza di accessi pedonali privi di barriere architettoniche alla nuova ASL, descrive in una nuova lettera la sua passeggiata ad ostacoli:

“Oggi ho portato Ale a fare una passeggiata intorno a casa e complice il passeggino, dolce culla per il piccolino e grato riposo per la mia schiena, ho sperimentato quanto fosse difficile seguire il mio percorso in sicurezza senza essere costretta a passare lungo la carreggiata, costeggiando le macchine parcheggiate, pur di evitare di scavalcare tra un marciapiede e l’altro. Se il percorso è stato poco confortevole per me che amo portare il passeggino con dentro il mio principino, posso solo lontanamente immaginare cosa possa vivere una persona con ridotte capacità motorie, e non mi riferisco solo a chi va in carrozzella, ma anche anziani con problemi di deambulazione o uomini di qualsiasi età che hanno una disabilità temporanea dovuta a infortuni o simili. Il cerchio si allarga velocemente e inizio a pensare che Colleferro non vuole bene ai diversamente abili o forse crede che possano volare!!!

Frequenti sono i casi in cui in corrispondenza delle strisce pedonali NON c’è la rampa che dal marciapiede porta alla strada;

.

Spesso si incontrano anche attraversamenti dove da un lato c’è la rampa e d’altro…indovina? No! Sono forse delle strade miracolose che una volta attraversate donano nuove abilità?

.

Poi ancora rampa a due passi dalla spazzatura..e le strisce pedonali, sicurezza e consolazione del pedone…ci sono si, ma prima devi passare a fianco di 4 secchioni dell’immondizia!!!

.

Erbacce e marciapiedi rotti..immagino siano stati pensati come “percorsi sensoriali”..per sballottolare corpo…e mente!!!

.

Ma non tutta Colleferro ce l’ha con i disabili: a piazza R. Gaucci c’è un ottimo esempio di rispetto per le abilità diverse”

 

 

Lascia un commento

N.B.:La mail non viene pubblicata - Campi obbligatori*.