Post Format

NUOVE ? STRADE A COLLEFERRO…

Sembra incredibile. Ci sono paesi come la Spagna dove siamo già alla seconda generazione di strade dotate di piste ciclabili. La foto in alto si riferisce ad una strada in fase di rinnovamento a Coralejo, cittadina delle isole Canarie. La situazione prima dei lavori era questa:

La strada era strutturata con marciapiedi laterali comprensivi di pista ciclabile e da due larghe corsie separate da aiuola spartitraffico centrale. Magari ce ne fossero di strade così a Colleferro! Ebbene a Coralejo, questo tipo di strada era già superata e non andava più bene. Si è proceduto allora alla ristrutturazione:

1. eliminando l’aiuola spartitraffico centrale

2. allargando il marciapiede e la corsia ciclabile.

3. restringendo le corsie riservate alle auto riducendole al minimo indispensabile per il passaggio nei due sensi di marcia (unico modo per evitare la doppia fila!)

A Colleferro la nuovissima generazione di strade è invece questa:

Ovvero:

1. Marcipiedi ridotti al minimo se non occupati dai cassoni della spazzatura

2. Assenza totale di piste ciclabili ( ci si poteva almeno provare )

3. Corsie riservate alle auto larghe come una autostrada…salvo poi mettere i dossi!

Magari ci avessero fatto almeno le strade che facevano in Spagna 20 anni fa!

3 commenti

  1. E’ interessante come il Comune si impegni nel tirare su “vie di grande comunicazione” o meglio piste da Formula1 per poi rallentarti con una serie di dossi tipo campo da cross!
    Sfruttare le strade e le corsie in maniera diversa aggiungendo, magari, anche delle piste ciclabili migliorerebbe sensibilmente la circolazione, avere dei marciapiedi più ampi e delle isole apposite per i secchi della spazzatura sarebbe ancora meglio, trovarsi di tanto in tanto a dover scavalcare mucchi di spazzatura non è proprio il massimo!

    Rispondi
  2. Siamo appena tornati da Barcellona che dal punto di vista di ciclabilità può dire la sua! Il servizio di bike sharing è solo per i residenti e devo dire che lo sfruttano al 100%. Ho visto girare skate, bici, roller e monopattini ovunque… Veramente una bella sensazione.
    Se ci riesce una città per un paese non è più facile? Spesso la domenica vedo diverse famigliole girare in bici per Colleferro… Forse a tanti piacerebbe!

    Rispondi
  3. Se le strade non fossero una groviera e con un’asfalto un pò più liscio, e i marciapiedi non fossero ricoperti di mattoncini rossi, tipo porto de Ostia, probabilmente ci sarebbero anche diversi skaters per le strade colleferrine!

    Rispondi

Lascia un commento

N.B.:La mail non viene pubblicata - Campi obbligatori*.