Post Format

LA TRASFORMAZIONE DI UNA EX AREA INDUSTRIALE IN UN VIBRANTE CAMPUS CULTURALE: L’ESEMPIO DI BETHLEHEM PENNSYLVANIA

.

Bethlehem Steel è stata per anni la più importante acciaieria della Pennsylvania, una delle più grandi degli Stati Uniti. La sua nascita aveva trasformato il bucolico villaggio di Bethlehem in una vivace cittadina industriale.

Nel 1995 l’acciaieria chiuse i battenti e dopo circa un decennio di abbandono la proprietà venne veduta ad una società interessata a realizzare nell’area un Casinò. I vecchi impianti ed edifici industriali abbandonati sono stati però oggetto di un piano di recupero che li ha trasformati in Campus delle Arti la “ArtsQuest”, gallerie e spazi comuni: un attivissimo complesso culturale ed artistico conosciuto come SteelStacks. Le torri ed i serbatoi della acciaierie non sono stati toccati ed uno studiato sistema di illuminazione ne fa lo sfondo unico di rappresentazioni musicali e di spettacoli che hanno luogo nel moderno Levitt Pavilion.

Bethlehem Steel prima del recupero

Il Levitt Pavilion

Spettacolo al Levitt Pavilion

Terrazza bar del Campus delle Arti ArtsQuest

Performance musicale in corso all'interno dell'ArtsQuest

Interni Campus Culturale

A sinistra il rinnovato edificio della centrale elettrica in contrasto con la vecchia l'officina di carpenteria a destra

Per saperne di più sul recupero di questa area industriale dismessa:

ARCHITECTS TURN A FORGOTTEN AMERICAN FACTORY INTO A BEACON FOR THE ARTS

BLAST FROM THE PAST 

LEVITT PAVILLION STEELSTACKS

 

 

Lascia un commento

N.B.:La mail non viene pubblicata - Campi obbligatori*.