Post Format

45 MINUTI A LAGOS

Un surf camp nel sud del Portogallo. Il viaggio di ritorno che obbliga ad una sosta di 45 minuti a Lagos, cittadina di 25000 abitanti nella regione dell’Algarve, per cambiare autobus e continuare con la “Rodoviaria” il viaggio verso l’aeroporto di Lisbona.

Sono le 9 e 30 del mattino di un giorno di inizio settembre, la giornata è limpida, l’aria è fresca e non vedo alcun motivo per restare nella sala d’attesa della stazione degli Autobus.

Sono nella zona portuale della cittadina e decido di fare un giro nei paraggi con un occhio sulle lancette dell’orologio visti i tempi stretti.

Mi infilo in un edificio affacciato sulle banchine del porto, è il mercato coperto. Da li inizia una breve ed inaspettata esperienza di architettura e urbanistica…

Δ Ingresso del Mercato Coperto_Lagos

Δ Interno del Mercato Coperto_Lagos

Δ Mercato Coperto_Lagos

Δ Mercato Coperto_Lagos

Δ Mercato Coperto_Lagos

Δ Mercato Coperto_Punto Ristoro e Ascensore Panoramico_Lagos

Δ Isola Ecologica_Lagos

Δ Isola Ecologica_Lagos

Δ Edificio Pubblico_Lagos

Δ Edificio Pubblico_Ingresso_Lagos

Δ Edificio Pubblico_Lagos

Δ Strada_Lagos

Δ Strada_Lagos

Δ Stazione Ferroviaria_Lagos

Il confronto con Colleferro, appropriato o meno che fosse, in me scattava immediatamente. E meno male che il Portogallo è dopo la Grecia il paese economicamente più malmesso in Europa!

 

 

 

 

 

Un commento

  1. Nonostante in Italia ci siano architetti rinomati in tutto il mondo, l’architettura (bella o brutta che sia) è riservata a pochi progetti “eletti”…. A quale consiglio comunale verrebbe in mente di fare un mercato coperto come questo?
    Qui ancora non si è capito che le cose realizzate bene e quelle fatte male hanno comunque un costo!

    Rispondi

Lascia un commento

N.B.:La mail non viene pubblicata - Campi obbligatori*.